anpinizzalingotto

A.N.P.I Sez. "G. Perotti – A. Appendino" Nizza Lingotto Millefonti Filadelfia (Torino)

Posts Tagged ‘Costituzione’

In merito all’adesione dell’ANPI Nazionale alla “Marcia per l’Europa”

Posted by anpinizzalingotto su 22 marzo 2017

La segreteria nazionale dell’ANPI, con lettera del 14 Marzo 2017, ha dato adesione alla “Marcia per l’Europa” che si terrà in occasione del 60° anniversario della firma dei Trattati di Roma.

Condividiamo le preoccupazioni espresse nella lettera della Segreteria Nazionale che sottolineano alcune criticità nei confronti di quest’Unione ma riteniamo doveroso domandare

– Come si può manifestare per un’Unione Europea che pratica politiche economiche antipopolari al fine di garantire la “stabilità dei prezzi” usando “un’economia sociale di mercato fortemente competitiva” (art 3 TUE) ?

– Come si può marciare per un’Unione Europea i cui membri praticano politiche imperialiste e guerrafondaie intervenendo militarmente negli affari esteri in netto contrasto con l’art. 11 della nostra Costituzione?

– Come può l’ANPI essere a favore di un’Unione Europea che da sostegno politico ad un governo golpista, quello di Kiev, che si serve di battaglioni nazifascisti che sedare nel sangue le rivolte dei popoli del Donbass?

Per tali motivi sarebbe stato più opportuno declinare l’invito ed anzi aprire una seria discussione all’interno dell’associazione sulla natura dell’UE, partendo dal contenuto dei trattati fondativi e dei valori ivi espressi in rapporto ai dettami della Costituzione frutto della lotta Partigiana.

Non è sottostando ad un’Unione, prima di tutto economica, che si raggiunge il benessere tanto auspicato per i popoli, ma praticando l’internazionalismo che animò le formazioni partigiane ed i combattenti antifascisti, dalla Guerra di Spagna all’abbattimento del Nazifascismo!

C’è però una cosa che condividiamo dell’iniziativa del 25 Marzo di piazza della Bocca della Verità a Roma è il termine “Marcia” accostato ad Europa, ma non nel senso inteso come “voce del verbo marciare”, bensì nell’accezione dell’aggettivo della lingua italiana “Guasta moralmente, degenerata, corrotta”!

Torino, 22 Marzo 2017

il Comitato di Sezione ANPI Nizza Lingotto
“G. Perotti MAVM – A. Appendino”

Annunci

Posted in Comunicati | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Teresa Noce: Rivoluzionaria professionale

Posted by anpinizzalingotto su 13 dicembre 2016

Lunedì 19 Dicembre 2016
ore 21 @ Circolo Da Giau

presentazione del libro
“Teresa Noce: Rivoluzionaria professionale”

RedStar Press e Edizioni Rapporti Sociali

full_rivoluzionaria

Incontro e dibattito con gli editori

e con Claudia Marcolini (autrice della post-fazione del libro)

Posted in Iniziative | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

#Referendum Costituzionale 2016 – Volantinaggi ai mercati per il #NO!

Posted by anpinizzalingotto su 21 ottobre 2016

Il 4 Dicembre i cittadini italiani saranno chiamati alle urne in occasione del #Referendum sulle modifiche alla Costituzione volute dal Governo Renzi.

Non nascondiamo il fatto che tali riforme disegnano una deriva autoritaria e reazionaria funzionale agli interessi delle potenze economiche nazionali e internazionali in perfetta continuità con l’offensiva antipopolare portata avanti da questo governo.

Il reale obiettivo di queste nuove riforme peggiorative della Costituzione è quello di adeguare le istituzioni statali alle necessità dell’oligarchia finanziaria, rendendole più funzionali all’intensificazione del loro attacco che sta demolendo le libertà e diritti sociali e democratici a partire dai luoghi di lavoro con la limitazione del diritto di sciopero e libertà di organizzazione sindacale dei lavoratori, l’applicazione spietata del Jobs Act, la precarizzazione e flessibilizzazione dei rapporti lavorativi con maggiori soprusi padronali per incrementare lo sfruttamento e l’oppressione, la rapida attuazione delle direttive dell’UE, così come la demolizione dei servizi pubblici, l’attacco al diritto alla casa, alla sanità e istruzione pubblica.

La Sezione ANPI Nizza Lingotto continua la propria mobilitazione per sensibilizzare la cittadinanza del quartiere distribuendo materiale informativo e invitando a votare #NO

  • Sabato 29 Ottobre – Mercato di Corso Spezia
  • Sabato 5 Novembre – Mercato di Piazza Guala
  • Sabato 12 Novembre – Mercato di Corso Spezia
  • Sabato 19 Novembre – Mercato di Via O. Vigliani
  • Sabato 26 Novembre – Mercato di Piazza Guala

Posted in Iniziative | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Intervento del Partigiano Paolo Ruffino all’assemblea “Riforma Costituzionale, quanto ne sai?”

Posted by anpinizzalingotto su 25 maggio 2016

Intervento del Partigiano Paolo Ruffino (ANPI Nichelino) all’assemblea “Riforma Costituzionale, quanto ne sai?”

Posted in Varie | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Riforma Costituzionale, quanto ne sai?

Posted by anpinizzalingotto su 12 maggio 2016

ASSEMBLEA PUBBLICA

Domenica 22 Maggio ore 21
@ Casa del quartiere “Il Barrito”
V. Tepice, 23/c (Torino)

Interverranno:
– Paolo Ruffino (Partigiano)
– prof. Francesco Pallante (Docente di Diritto Costituzionale)

Organizza: ANPI Nizza Lingotto e ANPI Nichelino, in collaborazione con il Comitato Referendum Torino SUD

referendumflyer2_web

Posted in Iniziative | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

25 Aprile 2016 – Intervento al cippo Partigiano

Posted by anpinizzalingotto su 3 maggio 2016

640x426-018Care compagne e compagni, negli ultimi anni è in corso un grave attacco da parte dei poteri forti contro le masse popolari. E’ un attacco inedito sia nella durezza che nell’efficacia vista la mancanza di adeguate difese.

Banche internazionali ed agenzie di rating dettano l’agenda delle cosiddette riforme, stravolgendo il senso della Costituzione ed in netto contrasto con i valori della Lotta di Liberazione.

E’ triste notare il fatto di come le istituzioni siano completamente subordinate alle esigenze del mercato e dei poteri economici dominanti. Lo è l’Unione Europea che ha come finalità Costituzionale la stabilità dei prezzi e la competitività economica, lo è la nostra Repubblica con l’adozione del “Pareggio di Bilancio”.

E’ quindi sempre più evidente come, oltre alla repressione del dissenso e del conflitto sociale -dalla val di susa agli sgomberi delle occupazioni abitative – vengano man mano ristretti anche gli spazi di mediazione e rappresentanza democratica.

E’ già successo con la cancellazione delle provincie, lo è oggi con il ritorno all’accentramento del governo cittadino e la riduzione del numero di circoscrizioni, lo sarà domani con la riforma del Senato, togliendo ai cittadini la possibilità di eleggerne i componenti.

Di fronte a noi si apre quindi una nuova battaglia che deve vedere la nostra associazione e tutti i sinceri democratici in prima fila.

640x426-107Molte sezioni ANPI sono già attive con i comitati referendari contro quest’ulteriore stravolgimento della Costituzione da parte del governo Renzi e del Partito Democratico. Ora nel nostro quartiere dobbiamo iniziare a fare la nostra parte.

I referendum sono di per sé un grande strumento di democrazia.
Nella storia del nostro paese sono stati più volte una leva per spostare i rapporti di forza nella società a favore delle classi popolari ma non possiamo pensare che possano essere un espediente per bypassare con uno schiocco di dita il problema della mancanza di incisività delle lotte.

Senza gli adeguati rapporti di forza, i referendum, nella migliore delle ipotesi vengono disattesi, come è successo per l’acqua pubblica, oppure, purtroppo come è successo recentemente, non raggiungono il risultato previsto, creando ulteriore sconforto e delusione.

Nello spirito di coloro che alla caduta del fascismo non rimasero con le mani in mano aspettando l’arrivo degli alleati o chissà chi, occorre quindi mobilitarsi in prima persona, lottare e organizzarsi.

E’ più che mai necessaria questa mobilitazione contro la riforma costituzionale del governo Renzi, ma tocca a noi interpretare questo referendum come un momento di lotta e accumulazione delle forze, affinché la mobilitazione non si fermi all’apposizione di una firma o di una X su una scheda elettorale.

Occorre ancora una volta far nostro l’esempio di quei giovani i cui nomi possiamo leggere su tante lapidi come questa.640x426-124

Perché ancora oggi, per costruire una società più giusta, c’è bisogno di una lotta di Liberazione.

Concludo con le parole di Pietro Secchia:

«NOI sappiamo che sino a quando la Costituzione repubblicana non sarà applicata in tutte le sue parti, non potremo considerare realizzato il programma della Resistenza.
Per questo possiamo ben affermare che la Resistenza continua.
Dietro alla bandiera della Resistenza marciano oggi nuove possenti forze, giovani generazioni che aspirano a conquistare il loro avvenire.
Portiamo avanti, portiamo al successo le bandiere della Resistenza.»

W i Partigiani W il 25 Aprile

Torino, 25 Aprile 2016

640x426-002

Posted in Varie | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Si è concluso il Congresso provinciale dell’ANPI di Torino

Posted by anpinizzalingotto su 17 marzo 2016

ANPI_logo

Si è conclusa la prima fase congressuale dell’ANPI, con il congresso della Sezione ed il congresso Provinciale di Torino.

Parte dei documenti approvati il 30 Gennaio nel nostro Congresso di Sezione sono stati assunti e approvati nel documento Provinciale.

In particolare è stato assunto, nel documento provinciale e come proposta per il Congresso nazionale, il nostro emendamento aggiuntivo contro le politiche economiche di austerità e per la centralità del lavoro e dei diritti sociali contro i poteri del mercato e dell’economia. Oggi il documento provinciale è integrato a pagina 21 dal seguente periodo aggiuntivo:

“In particolare va riaffermato il principio che la centralità del lavoro e dei diritti sociali connesso alla vita dignitosa dei lavoratori non possono essere subordinati ad una politica di austerità e stabilità dei prezzi e di riduzione del costo e dei diritti del lavoro nei soli interessi dei maggiori poteri economici, al fine di non frustrare i principi fondamentali di eguaglianza formale e sostanziale di cui agli art. 2 e 3 Cost nonché il principio di cui all’art. 41 per cui la libera iniziativa economica privata non può svolgersi in contrasto con l’utilità sociale od in modo da recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana.”

Il risultato non è di poco conto, dal momento che la centralità del lavoro e dei diritti sociali dei cittadini, intesi come prevalenti su qualsiasi interesse privato, consente di dare copertura a tutte le lotte nazionali e del territorio contro il furto dei diritti, per la politiche di emergenza abitativa, contro le grandi opere inutili, per la tutela dei beni comuni nell’interesse della collettività e non dei poteri economici, contro l’emarginazione degli esseri umani, degli immigrati e di chiunque si trovi inghiottito dalle politiche liberticide degli interessi economici privati, per la sicurezza e la dignità del lavoro e dell’ambiente. Per il resto, un nostro rappresentante, siederà nel rinnovato Comitato Provinciale.

Rassegna stampa:

la_resistenza_continua

Posted in Varie | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

Appello dell’ANPI per l’8 dicembre: “Ogni tempo ha il suo fascismo”

Posted by anpinizzalingotto su 2 dicembre 2015

Il comitato di Sezione sottoscrive ed aderisce all’appello “Ogni tempo ha il suo fascismo” promosso dalle Sezioni ANPI della Val di Susa.

striscione_anpi_notav

8 DICEMBRE 1943 – 2005 – 2015
Ogni tempo ha il suo fascismo:
il Giuramento della Garda è sempre valido

“… in Val Susa sono stati violati i diritti fondamentali dei cittadini all’informazione e alla partecipazione, sono state disattese numerose convenzioni internazionali, c’è stata un’impropria criminalizzazione del movimento di opposizione e una inammissibile militarizzazione del territorio.”

[Tribunale Permanente dei Popoli, 2015]

8 dicembre 1943: l’inverno delle prime bande partigiane braccate dai nazifascisti di Hitler e Mussolini è duro. Salvo piccoli gruppi di sciatori in alta valle e di sabotatori in bassa valle, le bande decidono di sciogliersi per riunirsi in primavera. Ma prima, i principali organizzatori della Resistenza partigiana in Val Susa si ritrovano alla Garda, presso la frazione Martinetti di San Giorio, dove prestano solenne giuramento di non cessare la lotta fino a quando
l’occupatore straniero nazista e i fascisti traditori non fossero stati sconfitti.

8 dicembre 2005: la popolazione valsusina in lotta si autoconvoca a Susa con il sostegno di decine di migliaia di persone per una grande, partecipata e compatta manifestazione in risposta al vigliacco pestaggio di Venaus di due notti prima, con il quale le forze dell’ordine avevano massacrato di botte tutti i presenti – ragazzi, donne, anziani – al presidio NO TAV di Venaus e addirittura ostacolato i primi soccorsi medici ai feriti. Quel giorno il presidio NO TAV è
stato riconquistato da chi ha scelto di lottare, aggirando i posto di blocco, percorrendo i sentieri di montagna che tanto aveva dato alla Resistenza: non si trattava di un prato, ma di dignità, diritti, sovranità e Costituzione, simbolo del fatto che quando il popolo lotta unito, nulla lo può fermare.

Il Tribunale Permanente dei Popoli (TPP), riunitosi tra Torino e Val Susa negli ultimi mesi su esposto del Controsservatorio ValSusa, ha recentemente condannato le modalità antidemocratiche con cui in Italia e in Europa viene portato avanti il sistema delle grandi opere: nella sentenza ha affermato che in Val Susa sono stati violati i diritti fondamentali dei cittadini all’informazione e alla partecipazione, sono state disattese numerose convenzioni internazionali, c’è stata un’impropria criminalizzazione del movimento di opposizione e una inammissibile militarizzazione del territorio.

Per il TPP le responsabilità di tali violazioni vanno ascritte ai promotori delle grandi opere e alle imprese coinvolte, ai Governi italiani degli ultimi due decenni e alle articolazioni dell’Unione europea che ne hanno accolto acriticamente le indicazioni, senza effettuare i controlli e gli accertamenti richiesti dal movimento di opposizione.

Il TPP ha inoltre invitato a: aprire consultazioni serie delle popolazioni interessate, e in particolare degli abitanti della Val di Susa, garantire loro la possibilità di esprimersi sulla pertinenza e la opportunità del progetto, far valere il diritto alla salute, all’ambiente e alla protezione dei contesti di vita dei cittadini, estendendo l’esame a tutte le soluzioni praticabili senza scartare l’opzione “zero”, sospendere la realizzazione dell’opera e soprattutto a
porre fine all’occupazione militare della zona.

Anche l’A.N.P.I. Provinciale di Torino, nel proprio documento congressuale di marzo 2011, ha affermato “che gli investimenti pubblici debbano essere realizzati con il reale coinvolgimento delle popolazioni e delle Istituzioni locali in un confronto dialettico che percorra ed esamini tutte le possibili opzioni, nel rispetto dell’art. 41 della Costituzione che ricorda come la libera iniziativa privata non possa svolgersi in contrasto con l’utilità sociale o in modo di recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana.”

Invitiamo tutti gli antifascisti a sostenere e partecipare alle manifestazioni che si svolgeranno in Val di Susa martedì 8 dicembre 2015, per una corretta trasmissione della memoria storica della Resistenza partigiana e l’attualità delle lotte popolari per la rivendicazione dei diritti, contro ogni revisionismo e contro ogni riduzione degli spazi di democrazia, per una società fondata sulla Libertà conquistata con il sangue dei Partigiani e sancita nella Costituzione.

8 DICEMBRE 2015

– h 9.30: Giuramento della Garda a San Giorio di Susa, commemorazione ufficiale con bandiere e canzoni partigiane

– h 10.30: RITROVO A SUSA PER MANIFESTAZIONE POPOLARE FINO A VENAUS,
spezzone antifascista con striscione “Partigiani e Antifascisti a fianco del Movimento NO TAV” con bandiere e foulard partigiani

 

“… ai nostri posti ci troverai, popolo serrato attorno
al Monumento che si chiama ORA E SEMPRE RESISTENZA!”
[Piero Calamandrei]

Posted in Comunicati | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Messaggio ANPI di saluto al tribunale Permanente dei Popoli 5-8 novembre 2015

Posted by anpinizzalingotto su 5 novembre 2015

Torino, Val Susa, 5 novembre 2015

“Vivo, sono Partigiano, perciò odio chi non parteggia. Odio gli indifferenti.”
Antonio Gramsci, 1917

Noi Partigiani e Antifascisti delle Sezioni ANPI di Grugliasco, Bussoleno-Foresto-Chianocco, Condove, V Circoscrizione di Torino, Nizza Lingotto di Torino, Sant’Ambrogio di Torino abbiamo appreso che il Tribunale dei Popoli, organismo internazionale erede del Tribunale Russel, sarà ospite per la seconda volta a Torino tra il 5 e l’8 novembre, per una grande iniziativa riguardante i diritti e la libertà, di ispirazione diretta agli alti valori espressi nella Costituzione antifascista, nata dalla Resistenza.

Da tempo anche noi dell’ANPI denunciamo la violazione dei diritti fondamentali e la sospensione della democrazia in Val di Susa: la sostituzione del confronto con la repressione, l’esclusione dei cittadini e delle istituzioni locali dai processi decisionali, la partecipazione popolare negata, la militarizzazione del territorio e la criminalizzazione del dissenso sono fatti che ci preoccupano sempre di più, unitamente alla devastazione del paesaggio e delle nostre montagne che tanto hanno dato alla causa della Resistenza partigiana.

Consideriamo la Vostra iniziativa importante e autorevole, meritoria di profonda attenzione anche da parte nostra, per aggiornarci e comprendere meglio l’attuale stato delle pratiche di democrazia e di violazione dei diritti da parte delle istituzioni.

Giungano al Tribunale dei Popoli, agli organizzatori e ai partecipanti i nostri più calorosi e fraterni saluti antifascisti.

Firmato Sezioni ANPI:

– Grugliasco
– Bussoleno-Foresto-Chianocco
– Condove
– V Circoscrizione (Torino)
– Nizza Lingotto (Torino)
– Sant’Ambrogio di Torino
– Nichelino

ANPI_logo

Posted in Comunicati | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

Buttando via la paura

Posted by anpinizzalingotto su 6 ottobre 2015

buttando4b_bannerLunedì 19 Ottobre ore 21

@ Circolo Dravelli

“Buttando via la paura”

Proiezione e dibattito

I facchini in lotta, il granello nell’ingranaggio che inceppa le multinazionali

Interventi di:

Si.Cobas

ANPI Grugliasco

Posted in Iniziative | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »