anpinizzalingotto

A.N.P.I Sez. "G. Perotti – A. Appendino" Nizza Lingotto Millefonti Filadelfia (Torino)

Posts Tagged ‘ANPI’

25 Aprile 2016 – Intervento al cippo Partigiano

Posted by anpinizzalingotto su 3 maggio 2016

640x426-018Care compagne e compagni, negli ultimi anni è in corso un grave attacco da parte dei poteri forti contro le masse popolari. E’ un attacco inedito sia nella durezza che nell’efficacia vista la mancanza di adeguate difese.

Banche internazionali ed agenzie di rating dettano l’agenda delle cosiddette riforme, stravolgendo il senso della Costituzione ed in netto contrasto con i valori della Lotta di Liberazione.

E’ triste notare il fatto di come le istituzioni siano completamente subordinate alle esigenze del mercato e dei poteri economici dominanti. Lo è l’Unione Europea che ha come finalità Costituzionale la stabilità dei prezzi e la competitività economica, lo è la nostra Repubblica con l’adozione del “Pareggio di Bilancio”.

E’ quindi sempre più evidente come, oltre alla repressione del dissenso e del conflitto sociale -dalla val di susa agli sgomberi delle occupazioni abitative – vengano man mano ristretti anche gli spazi di mediazione e rappresentanza democratica.

E’ già successo con la cancellazione delle provincie, lo è oggi con il ritorno all’accentramento del governo cittadino e la riduzione del numero di circoscrizioni, lo sarà domani con la riforma del Senato, togliendo ai cittadini la possibilità di eleggerne i componenti.

Di fronte a noi si apre quindi una nuova battaglia che deve vedere la nostra associazione e tutti i sinceri democratici in prima fila.

640x426-107Molte sezioni ANPI sono già attive con i comitati referendari contro quest’ulteriore stravolgimento della Costituzione da parte del governo Renzi e del Partito Democratico. Ora nel nostro quartiere dobbiamo iniziare a fare la nostra parte.

I referendum sono di per sé un grande strumento di democrazia.
Nella storia del nostro paese sono stati più volte una leva per spostare i rapporti di forza nella società a favore delle classi popolari ma non possiamo pensare che possano essere un espediente per bypassare con uno schiocco di dita il problema della mancanza di incisività delle lotte.

Senza gli adeguati rapporti di forza, i referendum, nella migliore delle ipotesi vengono disattesi, come è successo per l’acqua pubblica, oppure, purtroppo come è successo recentemente, non raggiungono il risultato previsto, creando ulteriore sconforto e delusione.

Nello spirito di coloro che alla caduta del fascismo non rimasero con le mani in mano aspettando l’arrivo degli alleati o chissà chi, occorre quindi mobilitarsi in prima persona, lottare e organizzarsi.

E’ più che mai necessaria questa mobilitazione contro la riforma costituzionale del governo Renzi, ma tocca a noi interpretare questo referendum come un momento di lotta e accumulazione delle forze, affinché la mobilitazione non si fermi all’apposizione di una firma o di una X su una scheda elettorale.

Occorre ancora una volta far nostro l’esempio di quei giovani i cui nomi possiamo leggere su tante lapidi come questa.640x426-124

Perché ancora oggi, per costruire una società più giusta, c’è bisogno di una lotta di Liberazione.

Concludo con le parole di Pietro Secchia:

«NOI sappiamo che sino a quando la Costituzione repubblicana non sarà applicata in tutte le sue parti, non potremo considerare realizzato il programma della Resistenza.
Per questo possiamo ben affermare che la Resistenza continua.
Dietro alla bandiera della Resistenza marciano oggi nuove possenti forze, giovani generazioni che aspirano a conquistare il loro avvenire.
Portiamo avanti, portiamo al successo le bandiere della Resistenza.»

W i Partigiani W il 25 Aprile

Torino, 25 Aprile 2016

640x426-002

Annunci

Posted in Varie | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , | Leave a Comment »

25 Aprile 2016 – Ore 10 – Corteo da Piazza Bengasi

Posted by anpinizzalingotto su 19 aprile 2016

L’ANPI Nizza Lingotto invita all’annuale corteo della la Festa della Liberazione

25aprile2016_web

Posted in Iniziative | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Si è concluso il Congresso provinciale dell’ANPI di Torino

Posted by anpinizzalingotto su 17 marzo 2016

ANPI_logo

Si è conclusa la prima fase congressuale dell’ANPI, con il congresso della Sezione ed il congresso Provinciale di Torino.

Parte dei documenti approvati il 30 Gennaio nel nostro Congresso di Sezione sono stati assunti e approvati nel documento Provinciale.

In particolare è stato assunto, nel documento provinciale e come proposta per il Congresso nazionale, il nostro emendamento aggiuntivo contro le politiche economiche di austerità e per la centralità del lavoro e dei diritti sociali contro i poteri del mercato e dell’economia. Oggi il documento provinciale è integrato a pagina 21 dal seguente periodo aggiuntivo:

“In particolare va riaffermato il principio che la centralità del lavoro e dei diritti sociali connesso alla vita dignitosa dei lavoratori non possono essere subordinati ad una politica di austerità e stabilità dei prezzi e di riduzione del costo e dei diritti del lavoro nei soli interessi dei maggiori poteri economici, al fine di non frustrare i principi fondamentali di eguaglianza formale e sostanziale di cui agli art. 2 e 3 Cost nonché il principio di cui all’art. 41 per cui la libera iniziativa economica privata non può svolgersi in contrasto con l’utilità sociale od in modo da recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana.”

Il risultato non è di poco conto, dal momento che la centralità del lavoro e dei diritti sociali dei cittadini, intesi come prevalenti su qualsiasi interesse privato, consente di dare copertura a tutte le lotte nazionali e del territorio contro il furto dei diritti, per la politiche di emergenza abitativa, contro le grandi opere inutili, per la tutela dei beni comuni nell’interesse della collettività e non dei poteri economici, contro l’emarginazione degli esseri umani, degli immigrati e di chiunque si trovi inghiottito dalle politiche liberticide degli interessi economici privati, per la sicurezza e la dignità del lavoro e dell’ambiente. Per il resto, un nostro rappresentante, siederà nel rinnovato Comitato Provinciale.

Rassegna stampa:

la_resistenza_continua

Posted in Varie | Contrassegnato da tag: , , , , , , | Leave a Comment »

SETTIMANA ANTIFASCISTA a Lucento-Vallette!

Posted by anpinizzalingotto su 2 febbraio 2016

Rilanciamo le iniziative del comitato Antifascista di Torino dei quartieri Lucento e Vallette verso il 10 Febbraio!

SETTIMANA ANTIFASCISTA!

dal 30 gennaio al 7 febbraio
una Settimana di Appuntamenti e Controinformazione
nel QUARTIERE LUCENTO-VALLETTE!

Contro CasaPound e la propaganda fascista.
Contro la strumentalizzazione del Giorno del Ricordo e dell’Esodo Istriano-Giuliano-Dalmata.

 

settimana antifa vallette 16

 

 

PROGRAMMA:

SABATO 30 Gennaio, ore 9.00
COLAZIONE POPOLARE al Mercato di Corso Cincinnato

LUNEDI’ 1 Febbraio, ore 21.00
PROIEZIONE DI FASCIST LEGACY, documentario prodotto dalla BBC sui crimini di guerra italiani in guerra.
sezione ANPI di zona “5°Circ.”, Via Sospello 139/9.

MERCOLEDI’ 3 Febbraio, ore 21.00
LE FOIBE TRA STORIA E MEDIA
PRESENTAZIONE LIBRO
“Fenomenologia di un martirologio mediatico” di Federico Tenca Montini.
Centro Culturale Principessa Isabella, Via Verolengo 212 ( Via Pianezza ang. Via Foglizzo)

GIOVEDI’ 4 Febbraio, ore 21.00
PROIEZIONE “FASCISTI SU MARTE” (Prendiamoli per il culo!)
di C. Guzzanti.
ass. “Il Muretto” Via dei Gladioli 14d, Parco delle Vallette

VENERDI’ 5 Febbraio ore 16.00
MERENDA SINOIRA E CONCERTO con gli Artisti del Quartiere: Summa&Mandela, Zuli, Francesco Trimani, Banda Periferica Terraneo, Goodfellas e la partecipazione di Poor Man Style, Torino Bass Culture, Marco Dread.
Porta la merenda che vorresti trovare e condividila con gli altri!
Aiuola Via Parenzo ang. Via Pirano

VENERDI’ 5 Febbraio ore 21.00
INCONTRO con lo storico SANDI VOLK, da Trieste.
ass. “Il Muretto” Via dei Gladioli 14d, Parco delle Vallette

SABATO 6 Febbraio ore 9.00
COLAZIONE POPOLARE al Mercato di Corso Cincinnato
Tè, biscotti, dolciumi e materiale informativo per tutti/e!

DOMENICA 7 Febbraio ore 15.00
PRESIDIO dell’ ANPI er la Pace, la Democrazia e la Verità storica
di fronte al Centro Culturale Principessa Isabella, Via Verolengo 212.

DOMENICA 7 Febbraio ore 17.00
PRESIDIO E CORTEO ANTIFASCISTA PER LE VIE DEL QUARTIERE!
ritrovo Corso Cincinnato ang. Via Val della Torre (piazza del mercato)

Posted in Iniziative | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

XVI Congresso ANPI: 30 gennaio 2016 congresso di Sezione

Posted by anpinizzalingotto su 27 dicembre 2015

ANPI_logo

Sabato 30 Gennaio 2016

Ore 14.30

presso la Sede ANPI @ Circolo Dravelli

Str. Praciosa 11, Moncalieri

CONGRESSO DELLA SEZIONE ANPI “G.Perotti MAVM – A. Appendino”

L’ordine dei lavori:

ore 14.30 Accoglienza
ore 15.00 Apertura congresso:

– Insediamento della presidenza
– Elezione delle commissioni di lavoro
– Illustrazione del Documento nazionale
– Saluti degli invitati
– Dibattito tra gli iscritti
– Relazioni delle commissioni
– Votazioni
– Brindisi finale

Il Congresso è chiamato a votare il documento politico congressuale nazionale ed eventuali documenti locali. Il Congresso dovrà inoltre eleggere il nuovo Comitato di Sezione, i delegati per il Congresso Provinciale ed il Collegio dei Revisori dei Conti della Sezione.

Si invitano pertanto tutti gli iscritti a prendere attenta visione dei seguenti documenti:

I documenti sono disponibili in formato cartaceo presso la nostra sede.

Posted in Iniziative, Varie | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Festa della Sezione 2015 – Proiezione e “merenda sinoira”

Posted by anpinizzalingotto su 15 dicembre 2015

Locandina Festa 2015

Sabato 19 Dicembre 2015

ore 16 @ Circolo Dravelli

proiezione di “Partizani” (di Eric Gobetti)

ed a seguire

Merenda Sinoira!

Come una volta si usava radunare a casa, alcune ore prima di cena la famiglia e le persone che avevano contribuito ai lavori nei campi per godersi in compagnia un po’ di riposo…

così oggi vogliamo trovarci insieme:

compagne e compagni, iscritti e simpatizzanti della sezione ANPI Nizza Lingotto

Per condividere a tavola pensieri, chiacchiere, cibo e musica!

(offerta libera, gradita prenotazione)

 

Posted in Iniziative | Contrassegnato da tag: , , , , , | Leave a Comment »

…e allora le foibe? Presentazione di “Fenomenologia di un martiriologio mediatico”

Posted by anpinizzalingotto su 3 dicembre 2015

e allora le foibe???

Le sezioni ANPI “Concetto Campione” di Nichelino e Anpi Nizza Lingotto, in collaborazione con la Biblioteca Giovanni Arpino

ORGANIZZANO

“Le Foibe tra Storia e Media – presentazione del libro di Federico Tenca Montini”

Fenomenologia di un Martirologio Mediatico – ed. KappaVu 2014

Giovedì 10 Dicembre, ore 20.45 @ Biblioteca Giovanni Arpino

Via Turati 4/8, Nichelino

La serata sarà introdotta dallo storico Eric Gobetti, esperto in storia della Jugoslavia e dei Balcani ed autore del recente documentario “Partizani – La resistenza italiana in Montenegro”.

locandina_ufficiale

Posted in Iniziative | Contrassegnato da tag: , , , , , , , | Leave a Comment »

Appello dell’ANPI per l’8 dicembre: “Ogni tempo ha il suo fascismo”

Posted by anpinizzalingotto su 2 dicembre 2015

Il comitato di Sezione sottoscrive ed aderisce all’appello “Ogni tempo ha il suo fascismo” promosso dalle Sezioni ANPI della Val di Susa.

striscione_anpi_notav

8 DICEMBRE 1943 – 2005 – 2015
Ogni tempo ha il suo fascismo:
il Giuramento della Garda è sempre valido

“… in Val Susa sono stati violati i diritti fondamentali dei cittadini all’informazione e alla partecipazione, sono state disattese numerose convenzioni internazionali, c’è stata un’impropria criminalizzazione del movimento di opposizione e una inammissibile militarizzazione del territorio.”

[Tribunale Permanente dei Popoli, 2015]

8 dicembre 1943: l’inverno delle prime bande partigiane braccate dai nazifascisti di Hitler e Mussolini è duro. Salvo piccoli gruppi di sciatori in alta valle e di sabotatori in bassa valle, le bande decidono di sciogliersi per riunirsi in primavera. Ma prima, i principali organizzatori della Resistenza partigiana in Val Susa si ritrovano alla Garda, presso la frazione Martinetti di San Giorio, dove prestano solenne giuramento di non cessare la lotta fino a quando
l’occupatore straniero nazista e i fascisti traditori non fossero stati sconfitti.

8 dicembre 2005: la popolazione valsusina in lotta si autoconvoca a Susa con il sostegno di decine di migliaia di persone per una grande, partecipata e compatta manifestazione in risposta al vigliacco pestaggio di Venaus di due notti prima, con il quale le forze dell’ordine avevano massacrato di botte tutti i presenti – ragazzi, donne, anziani – al presidio NO TAV di Venaus e addirittura ostacolato i primi soccorsi medici ai feriti. Quel giorno il presidio NO TAV è
stato riconquistato da chi ha scelto di lottare, aggirando i posto di blocco, percorrendo i sentieri di montagna che tanto aveva dato alla Resistenza: non si trattava di un prato, ma di dignità, diritti, sovranità e Costituzione, simbolo del fatto che quando il popolo lotta unito, nulla lo può fermare.

Il Tribunale Permanente dei Popoli (TPP), riunitosi tra Torino e Val Susa negli ultimi mesi su esposto del Controsservatorio ValSusa, ha recentemente condannato le modalità antidemocratiche con cui in Italia e in Europa viene portato avanti il sistema delle grandi opere: nella sentenza ha affermato che in Val Susa sono stati violati i diritti fondamentali dei cittadini all’informazione e alla partecipazione, sono state disattese numerose convenzioni internazionali, c’è stata un’impropria criminalizzazione del movimento di opposizione e una inammissibile militarizzazione del territorio.

Per il TPP le responsabilità di tali violazioni vanno ascritte ai promotori delle grandi opere e alle imprese coinvolte, ai Governi italiani degli ultimi due decenni e alle articolazioni dell’Unione europea che ne hanno accolto acriticamente le indicazioni, senza effettuare i controlli e gli accertamenti richiesti dal movimento di opposizione.

Il TPP ha inoltre invitato a: aprire consultazioni serie delle popolazioni interessate, e in particolare degli abitanti della Val di Susa, garantire loro la possibilità di esprimersi sulla pertinenza e la opportunità del progetto, far valere il diritto alla salute, all’ambiente e alla protezione dei contesti di vita dei cittadini, estendendo l’esame a tutte le soluzioni praticabili senza scartare l’opzione “zero”, sospendere la realizzazione dell’opera e soprattutto a
porre fine all’occupazione militare della zona.

Anche l’A.N.P.I. Provinciale di Torino, nel proprio documento congressuale di marzo 2011, ha affermato “che gli investimenti pubblici debbano essere realizzati con il reale coinvolgimento delle popolazioni e delle Istituzioni locali in un confronto dialettico che percorra ed esamini tutte le possibili opzioni, nel rispetto dell’art. 41 della Costituzione che ricorda come la libera iniziativa privata non possa svolgersi in contrasto con l’utilità sociale o in modo di recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana.”

Invitiamo tutti gli antifascisti a sostenere e partecipare alle manifestazioni che si svolgeranno in Val di Susa martedì 8 dicembre 2015, per una corretta trasmissione della memoria storica della Resistenza partigiana e l’attualità delle lotte popolari per la rivendicazione dei diritti, contro ogni revisionismo e contro ogni riduzione degli spazi di democrazia, per una società fondata sulla Libertà conquistata con il sangue dei Partigiani e sancita nella Costituzione.

8 DICEMBRE 2015

– h 9.30: Giuramento della Garda a San Giorio di Susa, commemorazione ufficiale con bandiere e canzoni partigiane

– h 10.30: RITROVO A SUSA PER MANIFESTAZIONE POPOLARE FINO A VENAUS,
spezzone antifascista con striscione “Partigiani e Antifascisti a fianco del Movimento NO TAV” con bandiere e foulard partigiani

 

“… ai nostri posti ci troverai, popolo serrato attorno
al Monumento che si chiama ORA E SEMPRE RESISTENZA!”
[Piero Calamandrei]

Posted in Comunicati | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Denunciamo l’ennesima intimidazione fascista

Posted by anpinizzalingotto su 19 novembre 2015

ANPI_logo

Intendiamo denunciare l’aggressione e l’intimidazione subite da una compagna della nostra Associazione.
Nella giornata di Domenica, un energumeno, riconoscibile come un “naziskin”, viaggiava sullo stesso mezzo pubblico della nostra compagna la quale si stava recando verso il centro di Torino.
Raggiunta la propria fermata, la compagna è scesa dal mezzo e l’energumeno l’ha seguita fino ad una via isolata dove rincorrendola e spingendola contro un muro l’ha minacciata, millantando una prossima “resa dei conti” per cui tutti gli antifascisti avrebbero le “ore contate”.

Esprimiamo la massima solidarietà e vicinanza alla compagna e condanniamo l’infame gesto. Purtroppo questo non è un episodio isolato, sia per la nostra città che per il nostro quartiere, soprattutto dopo l’apertura di un covo fascista al Lingotto sostenuto da forze politiche che siedono in Consiglio Comunale.

Allo stesso tempo si diffidano quei partiti che responsabili delle attuali politiche di impoverimento, hanno portato il degrado nelle masse popolari, a portare una propria solidarietà pelosa ed improduttiva se non della loro visibilità elettorale. Se la violenza fascista rialza la testa ed offre il suo volto razzista e squadrista, ciò avviene per la totale inerzia delle forze che si dicono democratiche a parole ma realizzano politiche antipopolari, consentendo che gli antifascisti vengano repressi mentre nessuna azione viene posta in campo contro coloro che offendono la Costituzione ed il vivere democratico e civile.

Invitiamo tutta l’ANPI e i sinceri democratici a rinnovare la richiesta di chiusura di tutti i covi neofascisti.

Torino, 18 novembre 2015
Sezione ANPI “G. Perotti MAVM – A. Appendino”

tieni_pulita_la_tua_citta

Posted in Comunicati | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , | Leave a Comment »

Sosteniamo la lotta del mondo della scuola contro la proposta di Riforma del Governo Renzi!

Posted by anpinizzalingotto su 12 giugno 2015

A seguito dell’incontro con gli “Insegnanti Arrabbiati” del 22/04/15 e della riunione del Comitato di Sezione del 8/6/15 la Sezione ha deciso di inviare la seguente comunicazione al Collegio Docenti di ogni Istituto Statale della nostra Circoscrizione, per sostenere la lotta del mondo della scuola contro la riforma “Buona Scuola” del governo Renzi.

scuola_pubblica

Sosteniamo la lotta del mondo della scuola contro la proposta di Riforma del Governo Renzi!

L’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, sezione Nizza Lingotto di Torino, consultatasi con i propri iscritti, docenti, studenti e lavoratori della scuola:

– considera la riforma “Buona Scuola” lesiva dei diritti dei lavoratori e dei principi sanciti dalla Costituzione, nata dalla Resistenza
– appoggia le modalità di lotta messe in campo, compreso il blocco degli scrutini, affinché venga fermato l’iter di approvazione della proposta di legge!

Questa Riforma viola principi fondamentali della Costituzione, anzitutto l’art. 3, secondo cui è compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza, impediscono il pieno sviluppo della persona e la effettiva partecipazione di tutti i lavoratori , tra cui gli insegnanti, alla organizzazione politica, economica e sociale dello Stato. Contrasta con l’art. 36 secondo cui i docenti hanno diritto a una retribuzione adeguata alla qualità e alla quantità del lavoro svolto e tale da garantire una vita libera e dignitosa. Ma anche l’art. 4 secondo cui lo Stato deve rendere effettivo il diritto al lavoro, e l’art. 33 sulla libertà di insegnamento e sul finanziamento agli enti privati. Contrasta con i principi costituzionali a favore dei quali da sempre l’ANPI si batte.

La Riforma, attribuendo al dirigente scolastico “le scelte didattiche e formative e la valorizzazione delle risorse umane e del merito dei docenti”, viola, nei fatti, il principio della libertà di insegnamento tipica della scuola di Stato, ma anche la meritocrazia.

La Riforma conferma i tagli alla scuola pubblica, alle università statali e a centinaia di migliaia di studenti. L’idea di fondo è quella di assoggettare la scuola alle leggi del mercato e dell’efficientismo, come si è fatto per il lavoro, ridotto ad una merce come le altre. Introduce l’ideologia della competizione in un ambito, quello della formazione, che dovrebbe fondarsi su una logica di collaborazione fra i soggetti che in esso operano. Ma i principi ispiratori della  Repubblica non sono basati sull’utilitarismo, bensì sull’accesso gratuito per tutti all’istruzione, sullo sviluppo dei doveri di solidarietà politica economica e sociale, sul potenziamento della libertà individuale e collettiva, sulla partecipazione alle decisioni collettive.

Raccogliamo e rilanciamo l’appello del magistrato Ferdinando Imposimato che invita:

«tutti gli insegnanti a battersi uniti in difesa della scuola pubblica, ma anche agli studenti perché amino e rispettino i loro insegnanti precari e di ruolo e il sacrificio che essi sopportano giorno per giorno. Gli studenti, i lavoratori e i disoccupati devono scendere in campo accanto agli insegnanti in difesa della scuola pubblica gratuita, della dignità dei docenti e contro l’abbandono scolastico. Guai a spezzare questa unità di docenti studenti e lavoratori, ogni rinnovamento si arresta. Dobbiamo ribellarci e dire un no netto alla riforma liberticida del Governo, che intacca le nostre libertà e la nostra democrazia, e chiedere al Governo di riconoscere il posto di lavoro agli insegnanti precari, una categoria benemerita che tanto fa per i nostri studenti, i diritti violati di quota 96, e perché il governo garantisca stipendi adeguati a insegnanti di ruolo e non di ruolo. Dobbiamo pretendere dal Governo che i miliardi assegnati alle grandi opere, che sono spesso inutili tanto da restare incompiute, veri e propri tangentifici e distruttori dell’ambiente, siano invece destinati alla scuola pubblica, che è pilastro della nostra democrazia, e alle migliaia di precari da stabilizzare»

Esprimiamo il nostro appoggio incondizionato a tutte le componenti della scuola, in primo luogo a insegnanti, maestri , maestre ed educatori, che si stanno mobilitando contro il progetto di Riforma della scuola del governo

Torino, 10/06/2015

ANPI Nizza Lingotto di Torino
“G. Perotti MAVM – A. Appendino”

Posted in Comunicati | Contrassegnato da tag: , , , , , , , , , , , , | Leave a Comment »