anpinizzalingotto

A.N.P.I Sez. "G. Perotti – A. Appendino" Nizza Lingotto Millefonti Filadelfia (Torino)

Archive for maggio 2012

20120511 Comunicato del Comitato di Sezione: Condanna della violenza poliziesca al Salone del Libro

Posted by anpinizzalingotto su 15 maggio 2012

Apprendiamo dalle testimonianze di alcuni studenti, di giovani compagni e compagne della nostra sezione e dai giornali quanto avvenuto ieri pomeriggio al Lingotto.

Presso il Salone internazionale del Libro si stava svolgendo un incontro sul mondo dell’istruzione alla presenza del Ministro Profumo. Stando alle testimonianze raccolte, l’associazione organizzatrice dell’evento ha rifiutato gli accrediti di alcuni studenti con modalità che reputiamo prive di giustificazione. Gli organizzatori avrebbero inoltre segnalato alla Questura i nominativi di tali “indesiderati” in quanto presunti “violenti” mettendo in atto una deplorevole censura discriminatoria.

Di fronte all’intento degli studenti di portare le loro istanze di fronte al Ministro le forze di polizia hanno ancora una volta risposto con cariche, manganellate e calci di inaudita violenza ferendo alcune ragazze e ragazzi, uno tra questi il Presidente del Senato Studenti dell’Università di Torino.

Ancora una volta assistiamo alla deriva autoritaria di un governo reazionario e sordo verso le istanze di chi, come gli studenti borsisti, vive sulla propria pelle gli effetti di una Crisi di cui non ha alcuna responsabilità.

La sezione ANPI Nizza Lingotto esprime forte indignazione e condanna verso chi, abusando del proprio potere, cerca di stroncare con metodi repressivi il legittimo dissenso, commettendo una chiara violazione dei principi sanciti dalla Costituzione.

Il Comitato di Sezione

ANPI Nizza Lingotto

“G. Perotti MAVM – A. Appendino”

Posted in Comunicati | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Appello: L’ANPI è per la Costituzione, a fianco del movimento NO TAV

Posted by anpinizzalingotto su 10 maggio 2012

A questo appello si aderisce singolarmente. Tutti gli antifascisti sono invitati a firmarlo, in particolare gli iscritti all’ANPI. Per gli antifascisti non iscritti invece è giunto il momento di scegliere da che parte stare e contribuire attivamente a questa nuova stagione di lotta antifascista. Per aderire occorre inviare alla mail antifascisti.notav@gmail.com i seguenti dati: nome, cognome, Sezione, Provincia, n° tessera ed eventuale ruolo direttivo. Le firme saranno consegnate alla Presidenza Nazionale durante la terza Festa Nazionale dell’ANPI di Marzabotto tra il 14 e il 17 giugno 2012. Invitiamo alla massima diffusione su ogni canale.

 

Appello nazionale

L’ANPI è per la Costituzione e la Democrazia:

a fianco del movimento antifascista NO TAV

 

Provincia di Torino, martedì 8 maggio 2012 

 

Odio gli indifferenti. Credo che “vivere vuol dire essere partigiani”. Chi vive veramente non può non essere cittadino, e parteggiare. Indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita.

Perciò odio gli indifferenti. L’indifferenza è il peso morto della storia.

L’indifferenza opera potentemente nella storia. Opera passivamente, ma opera. È la fatalità; e ciò su cui non si può contare; è ciò che sconvolge i programmi, che rovescia i piani meglio costruiti; è la materia bruta che si ribella all’intelligenza e la strozza.

Ciò che succede non è tanto dovuto all’iniziativa dei pochi che operano, quanto all’indifferenza, all’assenteismo dei molti.

Ciò che avviene, non avviene tanto perché alcuni vogliono che avvenga, quanto perché la massa degli uomini abdica alla sua volontà, lascia fare, lascia promulgare le leggi che poi solo la rivolta farà abrogare, lascia salire al potere gli uomini che poi solo un ammutinamento potrà rovesciare.

La fatalità che sembra dominare la storia non è altro appunto che apparenza illusoria di questa indifferenza, di questo assenteismo. Alcuni piagnucolano pietosamente, altri bestemmiano oscenamente, ma nessuno o pochi si domandano: “se avessi anch’io fatto il mio dovere, se avessi cercato di far valere la mia volontà, il mio consiglio, sarebbe successo ciò che è successo?”

Ma nessuno o pochi si fanno una colpa della loro indifferenza, del loro scetticismo, del non aver dato il loro braccio e la loro attività a quei gruppi di cittadini che, appunto per evitare quel tal male, combattevano, di procurare quel tal bene si proponevano.

Odio gli indifferenti anche perché mi dà noia il loro piagnisteo di eterni innocenti.

Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia, odio gli indifferenti.

[Antonio Gramsci, Le Città Invisibili, 1917]

 

Siamo iscritti ANPI e abbiamo preso visione delle notazioni personali del Presidente Nazionale ANPI Carlo Smuraglia relative al TAV.

 

Consideriamo nostro dovere mantenere il nostro ruolo di coscienza critica della società con la nostra storia, la nostra identità e la nostra autonomia, sia auspicando dialogo e confronto democratico, civile e costruttivo, e sia partecipando, schierandoci, pronunciandoci, solidarizzando, unendoci alla protesta, operando scelte, prendendo posizione a fianco dei movimenti antifascisti, quale è il movimento NO TAV.

 

Ricordiamo che l’ANPI si è espressa e si esprime sull’emergenza democratica, sui diritti e su quanto previsto dalla Costituzione, non sull’opportunità né sulla fattibilità dell’opera, perché l’ANPI si occupa – come recita la tessera ANPI 2012 – di Costituzione, democrazia e diritti, non di treni. Proprio per questo affermare che qualcuno abbia “tirato per la giacchetta” l’ANPI è fuori luogo e indica chiaramente la distanza tra la realtà dei fatti e le affermazioni del Presidente Carlo Smuraglia.

 

Riconosciamo:

– al Movimento NO TAV piena legittimità di dissenso e di resistenza civile, in quanto nella sua storia ultraventennale ha dimostrato la propria natura antifascista, democratica e non violenta, tipica dei movimenti popolari radicati sul territorio;

– ai Comitati NO TAV la funzione costituzionale di presidio della democrazia, vissuto con metodo assembleare e comunitario, praticato come luogo sociale attivo e dinamico volto all’educazione e alla formazione di cittadini liberi, informati e consapevoli, in sintonia con i valori ed i principi della Costituzione repubblicana nata dalla Resistenza;

– alle centinaia di gruppi, associazioni e soggetti che partecipano al Movimento NO TAV il ruolo di promotori della cultura dei diritti umani e dei beni comuni, per una transizione a stili di vita sostenibili, il progresso civile, la tutela dell’equilibrio tra azione antropica e territorio montano;

– alla Val Susa, già luogo di lotta antifascista e memoria della Resistenza, di costituire oggi, nel più ampio contesto di crisi economica e democratica, un laboratorio civile e sociale culturalmente avanzato per costruire una democrazia autenticamente compiuta esemplare a livello nazionale.

 

Condanniamo con forza:

– qualsiasi forma di violenza (fisica, verbale, psicologica, mediatica, politica) di qualsiasi provenienza;

– la militarizzazione del territorio della Val Susa con recinzioni metalliche, filo spinato, posti di blocco, mezzi blindati utilizzati in guerra, che provocano l’aumento del livello di tensione e la legittima protesta della popolazione civile;

– la sospensione della democrazia e dei diritti costituzionali sanciti dagli artt. 3, 9, 13, 16 e 21 della Costituzione della Repubblica, nata dalla Resistenza;

– i metodi autoritari, violenti e intimidatori impiegati dalle istituzioni e dalle forze dell’ordine per reprimere il dissenso: propaganda televisiva che non tiene conto dei dati tecnici e che tende a criminalizzare i movimenti, uso di gas lacrimogeni CS vietati dalle convenzioni europee sparati ad altezza uomo, caccia al manifestanti NO TAV fin dentro i paesi con lancio di lacrimogeni all’interno di locali e abitazioni, sequestro di zone coltivate trasformate in zona militare.

 

Chiediamo:

– a tutte le strutture dell’ANPI di aprire un dibattito nazionale ad ogni livello sull’emergenza democratica attualmente in corso in Val Susa

– di dedicare un apposito spazio di confronto assembleare sul tema alla prossima Festa Nazionale dell’ANPI, che si terrà a Marzabotto dal 14 al 17 giugno, coordinato insieme alle Sezioni del territorio interessato.

 

In quest’ottica, invitiamo il Comitato Nazionale a recarsi in Val Susa per rendersi conto di quanto sta accadendo e a discutere la questione, necessariamente prendendo visione di tutti i documenti sul tema scritti nell’ultimo decennio dall’ANPI Provinciale di Torino e dalle Sezioni ANPI della nostra Provincia.

 

La democrazia non si insegna, si pratica quotidianamente.

 

Primi firmatari:

Berga Ugo, Partigiano – Sez. ANPI Foresto-Bussoleno-Chianocco (TO) – n° tessera 99161

Solara Mario, Partigiano – Sez. ANPI Foresto-Bussoleno-Chianocco (TO) – n° tessera 99197

Allais Giorgia, antifascista – Sez. ANPI Condove-Caprie (TO), Vicepresidente – n° tessera 97122

Bacchetti Massimo, antifascista – Sez. ANPI Foresto-Bussoleno-Chianocco (TO), Presidente – n° tessera 96680

Bonavero Danilo, antifascista – Sez. ANPI Condove-Caprie (TO), Vicepresidente Vicario – n° tessera 97169

Bonavero Chiara, antifascista – Sez. ANPI Condove-Caprie (TO), Vicepresidente – n° tessera 97302

Bonavero Martina, antifascista – Sez. ANPI Condove-Caprie(TO), Segretario – n° tessera 97170

Borri Roberto, antifascista – Sez. ANPI Martiri del Martinetto di Torino (TO), Direttivo – n° tessera 101175

Cabigiosu Maria Grazia, antifascista – Sez. ANPI Condove-Caprie (TO) – n° tessera 97061

Casel Giulia, antifascista – Sez. ANPI Foresto-Bussoleno-Chianocco (TO), Tesoriere – n° tessera 99185

Castagno Laura, antifascista – Sez. ANPI Condove-Caprie (TO), Consigliere – n° tessera 97274

Chiola Piergiuseppe, antifascista – Sez. ANPI Condove-Caprie (TO), Consigliere – n° tessera 97060

Chiola Giulia, antifascista – Sez. ANPI Condove-Caprie (TO) – n° tessera 97062

Craveri Paola Francesca, antifascista – Sez. ANPI Forno Canavese (TO) – n° tessera 100328

Darchino Stefano, antifascista – Sez. ANPI Grugliasco (TO) – n° tessera 100909

Debernardi Barbara, antifascista – Sez. ANPI Condove-Caprie (TO), Consigliere – n° tessera 97047

Giardi Walter, antifascista – Sez. ANPI Foresto-Bussoleno-Chianocco (TO) – n° tessera 99194

Gorgellino Giacomo, antifascista – Sez. ANPI Nizza Lingotto di Torino (TO), Presidente – n° tessera 100229

Grandinetti Fabrizio, antifascista – Sez. ANPI Grugliasco (TO), Direttivo – n° tessera 100893

Grandinetti Fulvio, antifascista – Sez. ANPI Grugliasco (TO), Vicepresidente Vicario – n° tessera 100894

Fabbri Gloria, antifascista – Sez. ANPI Grugliasco (TO), Vicepresidente – n° tessera 100911

Freda Pino, antifascista – Sez. ANPI Condove-Caprie (TO) – n° tessera 97238

Lescio Simone, antifascista – Sez. ANPI Nizza Lingotto di Torino (TO), Revisore dei conti – n° tessera 100233

Martino Andrea, antifascista – Sez. ANPI Renato Martorelli di Torino (TO) – n° tessera 97470

Martoccia Francesco, antifascista – Sez. ANPI Martiri del Martinetto (TO), Direttivo – n° tessera 101204

Nico Tania, antifascista – Sez. ANPI Grugliasco (TO) – n° tessera 100897

Nicoli Maria Linda, antifascista – Sez. ANPI Condove-Caprie (TO), Segretario – n° tessera 97289

Nicoli Elena, antifascista – Sez. ANPI Condove-Caprie (TO) – n° tessera 97291

Obert Mauro Giacomo, antifascista – Sez. ANPI Forno Canavese (TO) – n° tessera 100327

Pace Gabriele, antifascista – Sez. ANPI Grugliasco (TO), Direttivo – n° tessera 100900

Panico Maria, antifascista – Sez. ANPI Grugliasco (TO) – n° tessera 100899

Perottino Fabrizio, antifascista – Sez. ANPI Martiri del Martinetto di Torino (TO), Direttivo – n° tessera 101183

Ribotta Enrica, antifascista – Sez. ANPI intercomunale Alpignano (TO) – n° tessera 98759

Roberti Anna, antifascista – Sez. ANPI Martiri del Martinetto di Torino (TO), Direttivo – n° tessera 101180

Salerno Giovanni, antifascista – Sez. ANPI Foresto-Bussoleno-Chianocco (TO) – n° tessera 99217

Sarti Emanuela, antifascista – Sez. ANPI Condove-Caprie (TO), Consigliere – n° tessera 97214

Sera Livio, antifascista – Sez. ANPI Grugliasco (TO) – n° tessera 100904

Selvo Silvana, antifascista –  Sez. ANPI Condove-Caprie (TO) – n° tessera 97301

Solara Mario Antonio, antifascista – Sez. ANPI Foresto-Bussoleno-Chianocco (TO), Direttivo – n° tessera 99223

Teofilo Alessia, antifascista – Sez. ANPI Grugliasco (TO), Segretario – n° tessera 100901

Zucchetti Massimo, antifascista – Sez. ANPI Dante di Nanni di Torino (TO) – n° tessera 98847

Posted in Varie | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

20120425 Saluto del Presidente del Comitato di Sezione alle celebrazioni del 25 Aprile in quartiere

Posted by anpinizzalingotto su 10 maggio 2012

Non sapendo da dove cominciare ho pensato di riprendere le parole pronunciate proprio qui il 25 Aprile dell’anno scorso dal Comandante Gino Cattaneo per concludere il suo discorso:

 

…Certo non era questa l’Italia che noi partigiani sognavamo per la quale abbiamo combattuto e troppi hanno pagato con la vita senza chiedere nulla…”

 

e poi:

 

… Finché potremo, staremo al vostro fianco offrendovi la nostra esperienza… ma dopo sarete voi i nuovi partigiani, le nuove staffette di questa Italia…”

 

quelle parole, che abbiamo già sentito più volte anche nei discorsi di altri partigiani non possono essere state dette per caso, come per assolvere ad una formalità.

 

L’ANPI in questi ultimi anni ha avuto la forza di avviare una Nuova Stagione, cercando di rinnovarsi e rigenerarsi, ed i partigiani con le loro azioni e le loro parole hanno formato una schiera di giovani, di nuovi partigiani, passando loro il testimone della Resistenza.

 

Come giovane accolgo con timore reverenziale questo testimone, così come devo confessare è molta l’emozione nel rappresentare, come presidente di una sezione, un’associazione con una storia così importante.

 

Oltre a questo aspetto che possiamo definire organizzativo, di continuità nell’impegno, quelle parole ci danno anche l’idea e l’orientamento verso cui dirigere i nostri sforzi. Ma allora qual’era il mondo per cui i partigiani lottarono e per cui molti sacrificarono la loro vita?

La risposta è riportata in quel documento che chiamiamo Costituzione. La sintesi delle istanze, portate avanti dalle varie forze in campo nella resistenza al nazifascismo.

 

Leggendo la Costituzione e guardando il nostro operato ed il mondo che ci circonda risulta spesso evidente che ci sia qualcosa che strida, se non addirittura qualcosa di contrastante. Man mano che passano gli anni sempre più articoli risultano saccheggiati del loro significato sostanziale. Ed è così che la nostra Repubblica viene meno ai suoi compiti dettati dalla Costituzione.

 

Privatizzazioni selvagge, scempio dei territori per la speculazione di privati e la costruzione di opere di dubbia utilità, una su tutte la TAV. La nostra sezione è stata in Val di Susa ed alcuni di noi hanno avuto modo anche di confrontarsi con i compagni delle sezioni ANPI della valle e chiaramente emerge, come questa opera sia stata imposta dall’alto senza un reale coinvolgimento delle popolazioni e delle realtà locali, ed alle prime avvisaglie di opposizione, questa sia stata relegata, in modo antidemocratico, a mero problema di ordine pubblico!

 

Che dire poi delle folli leggi sull’immigrazione, dello sfruttamento del lavoro mediante contratti precari, della cancellazione dei diritti sindacali?

 

Andando a leggere la Costituzione si trovano risposte su come dovrebbero andare le cose, sull’idea di società che i padri costituenti volevano costruire.

 

La repubblica …tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione.” Articolo 9

 

L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli” Art 11

 

Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa.”

Articolo 36

 

E allora, in conclusione, che fare?

 

Un primo passo, sta proprio nell’invito che ci viene fatto da chi combatté per la Libertà: l’invito ad essere noi, i nuovi partigiani.

 

Un’indicazione quindi non solo ad indignarsi di fronte ai soprusi, ma ad avviare, nel solco della Costituzione, una pratica di resistenza, per ridare sovranità sostanziale al nostro popolo.

 

Viva il 25 APRILE.

Posted in Varie | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

20120418 Rinuncia al contributo per il progetto “25 Aprile 2012”

Posted by anpinizzalingotto su 10 maggio 2012

Nel corso degli anni, in occasione della ricorrenza del 25 Aprile “Festa della Liberazione”, si è consolidato un appuntamento, con i cittadini del quartiere, per la realizzazione di un progetto di festeggiamenti che propongono di mattino il corteo con banda musicale da Piazza Bengasi al cippo ai CADUTI posto all’interno del parco d’Italia 61, posa corona d’alloro e interventi commemorativi delle autorità. E quest’anno a seguire, sul piazzale antistante il Centro d’Incontro di Viale Monti, un pomeriggio musicale curato dai giovani dell’ANPI e aperto a tutti.

Al fine di poter realizzare il programma sopra descritto la Sezione ANPI Nizza Lingotto ha richiesto alla Circoscrizione di provvedere alla pubblicizzazione dell’intera iniziativa, l’erogazione di un contributo economico per far fronte alle spese relative alla Banda Musicale, la corona d’alloro, la SIAE pomeriggio musicale, le spese per il noleggio attrezzature furgone e trasporto, nonché le spese di segreteria e organizzazione, per un importo preventivo complessivo di Euro 905.

Il 17 Aprile il Consiglio della Circoscrizione 9, convocato in seduta, ha posto in discussione l’Ordine del Giorno relativo alla richiesta di contributo e dopo acceso dibattito ha deliberato l’approvazione del contributo con alcune significative modifiche che, di fatto, pongono la nostra Sezione in fortissime difficoltà.

Dietro proposta di un consigliere della minoranza di destra (Brescia) è stato emendato l’impegno richiesto da parte della Circoscrizione di pubblicizzare l’intera iniziativa e dietro proposta di un consigliere di centro-sinistra della maggioranza (Rizzuto) di ridurre il contributo economico da Euro 700 ad Euro 450.

Tale riduzione è motivata dall’intenzione della Circoscrizione a partecipare esclusivamente alla realizzazione della parata del mattino del 25 Aprile infatti il contributo concesso è vincolato unicamente alla copertura delle spese sostenute per la banda musicale comprensiva di SIAE e non può essere impegnato per nessun’altra attività.

Ciò, oltre a snaturare il senso dell’iniziativa, rende l’intera organizzazione delle celebrazioni di difficile sostenibilità economica per la nostra Sezione rischiando di comprometterne la realizzazione.

La decisione del Consiglio di Circoscrizione, valutata l’esiguità del contributo richiesto in rapporto alla grande importanza della ricorrenza del 25 Aprile “Festa della Liberazione”, è indice di una deriva triste ed inesorabile di una rappresentanza politica che da sempre aveva posto questa ricorrenza come momento di ricordo ma anche di monito e di vigilanza sui valori costituzionali nati con la guerra di Liberazione.

Il Comitato di Sezione posto di fronte a scelte dolorose ma necessarie ha pertanto deciso di lanciare una sottoscrizione tra tutti gli iscritti e simpatizzanti dell’ANPI al fine di raccogliere i fondi per realizzare il progetto nella sua complessità.

Da, infine, mandato al Presidente della Sezione di comunicare al Presidente della Circoscrizione l’intenzione di non voler usufruire del contributo concesso, frutto di penosi compromessi che mortificano e offendono tutti coloro che credono fermamente nei valori costituzionali nati con la guerra di Liberazione.

Rispetto l’invito effettuato da parte di alcuni consiglieri della minoranza affinché l’ANPI devolva il contributo ai progetti di “Domiciliarità Leggera” e “Trasporto Invalidi” falcidiati dai tagli comunali, il Comitato di Sezione sollecita viceversa il Consiglio tutto a donare i gettoni di presenza maturati nel corso delle varie discussioni sulla delibera “25 Aprile 2012” ai progetti di cui sopra, come atto di onestà e serietà politica.

 

Torino, 18 Aprile 2012

 

Il Comitato di Sezione A.N.P.I.

“G. Perotti M.A.V.M – A. Appendino”

Posted in Comunicati | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

20120210 ANPI Provinciale di Torino COMUNICATO STAMPA “Giorno del Ricordo”

Posted by anpinizzalingotto su 10 maggio 2012

COMUNICATO STAMPA

“Giorno del Ricordo”  L’ANPI Provinciale di Torino:  – concorda con le affermazioni del Presidente della Repubblica circa l’importanza dell’impegno nel coltivare la memoria e ristabilire la verità storica sulle vicende che hanno coinvolto il confine nord orientale dell’Italia durante la seconda guerra mondiale e nell’immediato dopoguerra;   – ritiene tuttavia che il “giorno del ricordo” non possa trasformarsi in celebrazioni dell’orgoglio fascista, con volgari strumentalizzazioni, ignorando la tragedia vissuta dalle popolazioni slave con le precedenti violenze fasciste, alle quali hanno fatto seguito il tragico massacro nelle foibe di migliaia di italiani e la successiva sofferenza dell’esodo;   – chiede alle Autorità cittadine di vigilare affinché in questa circostanza non sia dato spazio ad iniziative di organizzazioni parafasciste, mascherate dietro agli slogan sui martiri delle foibe.

La Presidenza dell’ANPI Provinciale di Torino Diego Novelli

Posted in Comunicati | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

20120130 Nota del Comitato di Sezione in merito agli arresti tra i NOTAV del 26 gennaio

Posted by anpinizzalingotto su 10 maggio 2012

Gli arresti del giorno 26 gennaio 2012, nei confronti di alcuni membri del movimento NO TAV, sono l’ennesimo tentativo di ridurre il grande movimento popolare ad un problema d’ordine pubblico al fine di dividerlo e delegittimarlo.

Non si cerca di comprendere, attraverso incontri e dibattiti paritari le ragioni che si pongono alla base della protesta, ma si agisce militarmente, determinando artificiosamente un clima di tensione.

In Val di Susa sono sospesi i diritti, la democrazia è ferita, una terra militarizzata dove le reti e i muri lo ricordano giorno dopo giorno.

Il movimento NO TAV non è un problema d’ordine pubblico, ma una grande esperienza politica e popolare in cui una comunità vuole decidere democraticamente del proprio futuro, così come democraticamente decide le forme e i contenuti delle mobilitazioni.

La sezione esprime pertanto tutta la sua solidarietà al Movimento NoTav e rinnova l’impegno comune a proseguire la lotta affinché quello sperpero di danaro pubblico, inutile e dannoso sia fermato e sia ripristinato un confronto democratico mediante un contraddittorio reale sulle  ragioni ambientali, economiche e sociali  che  spingono un popolo intero a un così duro  confronto.

Il Comitato di Sezione

ANPI Nizza Lingotto

“G. Perotti MAVM – A. Appendino”

Posted in Comunicati | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »