anpinizzalingotto

A.N.P.I Sez. "G. Perotti – A. Appendino" Nizza Lingotto Millefonti Filadelfia (Torino)

20100303 – NO ALL’ESTRADIZIONE PER AVNI ER

Posted by anpinizzalingotto su 5 marzo 2010

Il Comitato di Sezione, riunito in data 3 marzo 2010 ha, tra gli altri argomenti, approvato il seguente comunicato che trasmette al proprio Comitato Provinciale di Torino e p.c. ll’ANPI Nazionale e agli organi di stampa in indirizzo.
Appreso della incredibile situazione in cui si trova Avni Er, il quale, reo solamente di aver svolto una massiccia opera di contro-informazione sulle politiche repressive dello Stato turco, è stato condannato a 7 anni di reclusione per “appartenenza” al DHKP-C, un partito comunista della
sinistra rivoluzionaria turca, inserito arbitrariamente (come riconosciuto il 23/1/08 dall’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa) nelle famigerate liste nere stilate istericamente dall’Unione Europea dopo l’11 settembre.
Attualmente Avni Er, scarcerato per fine pena, si trova nel CIE (Centro di Identificazione e Espulsione) di Bari, in attesa di una risposta alla sua richiesta di asilo politico in Italia.

Considerato che:

il 7 febbraio 2008 la Corte d’Appello di Anversa, impegnata a giudicare altri 11 militanti del DHKP-C, si è rifiutata di riconoscere tale organizzazione quale “gruppo terroristico”, prosciogliendo tutti gli imputati;

l’articolo 10 della Costituzione italiana recita: “Non è ammessa l’estradizione dello straniero per reati politici.” e “Lo straniero, al quale sia impedito nel suo paese l’effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana, ha diritto d’asilo nel territorio della Repubblica secondo le condizioni stabilite dalla legge.”;

le Autorità italiane procedendo all’espulsione di Avni Er consegneranno un oppositore politico nelle mani dei suoi aguzzini, contravvenendo alle stesse norme di diritto internazionale;

Chiediamo all’ANPI Provinciale di Torino e l’ANPI Nazionale di farsi promotori nelle forme e nelle modalità di competenza, presso il Presidente della Repubblica italiana e presso il Ministro della Giustizia e il Ministro dell’Interno, per le rispettive competenze, affinché lo Stato italiano non conceda l’espulsione di Avni Er;

Chiediamo altresì ai nostri interlocutori di farsi promotori perché venga accolta l’istanza di asilo politico presentata da Avni Er;
Si chiede infine che venga fatta luce sul numero e sulla situazione dei richiedenti asilo politico che attualmente sono reclusi nei Centri d’Identificazione ed Espulsione.

Il Comitato di Sezione ANPI Nizza Lingotto
“Giacomo Perotti M.A.V.M. e Alberto Appendino”

Annunci

Sorry, the comment form is closed at this time.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: